È il 1893 e a Milano, vicino a porta romana, Carlo Borghi fonda Olympia. All’inizio non solo bici, anche motocicli, poi, è al ciclismo che Borghi dedica passione ed energie. Con le maglie Olympia, bianche con fascia nera, Enrico Mollo, arriva secondo al giro d’Italia (1940) e pietro Chiappini vince una Milano- Torino (1941).
Nel 1960 il brand passa nelle mani della famiglia Fontana, che ne trasferisce la produzione in Veneto. Oggi Olympia porta sulle ruote e nel cuore oltre due secoli di passione ciclistica. Dagli albori molto è cambiato, a partire dal modernissimo stabilimento di 4400 mq di piove di Sacco (PD) dove opera la realtà attuale, ma l’eredità di Borghi permane: passione, presenza sportiva (in particolare nell’mtb con il pluripremiato Marzio Deho ed il team Olympia), tecnologia e dettagli di pregio.
La Olympia di oggi è una realtà internazionale, premiata per il suo design (Expobici Innovation Award 2013 e 2014 e varie menzioni ADI Design Index), apprezzata per l’alta tecnologia dei suoi telai e per le soluzioni geniali, innovative, che sa proporre al pubblico. Al marchio si sono aggiunti i prestigiosi brand Frera e Scapin. Olympia dà valore al passato ma guarda al futuro. La gamma 2016 presenta il meglio delle soluzioni tecnologiche oggi disponibili, con l’inconfondibile design Olympia.